“UPDATE”, la realtà che non ti aspettavi dietro il mondo delle startup innovative!

Ti sei mai chiesto come una semplice idea possa trasformarsi in una grande realtà, come un piccolo sogno nel cassetto possa rivelarsi il motore del tuo più grande successo o come semplicemente riuscire a dar valore ad un qualcosa in cui credi fermamente? UPDATE è stato la risposta a tutto questo.

In un paese, oggi sempre più alla ricerca di innovazione, JEToP ha permesso a molti studenti di comprendere cosa significhi essere imprenditori innovativi in un contesto socioeconomico sicuramente non estremamente favorevole.

Durante l’evento, tenutosi online sulla piattaforma zoom il giorno 5 dicembre 2020, tre emergenti imprenditori hanno avuto l’opportunità di far conoscere le loro realtà. Tre idee totalmente differenti e tre diverse ragioni per portare un cambiamento.

Ma cosa significa davvero fondare una startup?

In un mercato oggi sempre più dinamico e competitivo, il cliente ricerca un prodotto che sia perfettamente compatibile alle sue esigenze. Alla stessa velocità con cui si evolve il mercato, anche i bisogni dei clienti si trasformano. A questo proposito, acquisisce fondamentale importanza la figura dell’imprenditore, che si propone con le sue idee non solo di soddisfare le nuove aspettative dei consumatori ma anche di ricercare modi alternativi per farlo.

USOPHY

Loris Gay, Ceo di Usophy, è stato il primo ospite dell’evento ad aver presentato la sua idea di innovazione. Quante volte ti sei chiesto se fosse davvero necessario acquistare un libro universitario, se questo in altre parole avesse davvero apportato benefici al tuo metodo di studio? I libri accademici presentano nella maggioranza dei casi prezzi davvero elevati, comportando una spesa rilevante in quello che è il portafoglio di uno studente medio universitario. Senza trascurare le ingenti quantità di carta che vengono utilizzate per la produzione dei testi e sprecate in caso del loro mancato utilizzo.

Usophy, oggi denominata la Netflix dei libri universitari, permette l’accesso illimitato ad un catalogo di libri di testo, sottoscrivendo un abbonamento mensile. Nasce da un lato con l’obiettivo di rendere lo studio in digitale accessibile a tutti ed allo stesso tempo costruire un vero e proprio “mondo” digitale in cui ciascuno sia libero di perseguire i propri interessi, anche se sconnessi gli uni dagli altri. Ogni studente secondo Loris, dovrebbe avere la possibilità di conoscere ed esplorare non solo ciò che è contenuto all’interno del suo piano di studi. E quale modo migliore se non dandogli la possibilità di accedere ad una piattaforma interdisciplinare creata su misura per sé?

TOO GOOD TO GO

Mirco, responsabile vendite di To Good To Go, è stato il protagonista della seconda parte dell’evento. Le sue parole hanno consentito di riflettere sulla triste realtà dello spreco alimentare. Avreste mai pensato che un 1/3 del cibo presente nei nostri piatti ogni giorno viene sprecato?

La nuova realtà di Too Good To Go nasce con un grande sogno nel cassetto, quello di costruire un mondo senza sprechi.  7038 negozi, situati in 14 paesi differenti, hanno contribuito fino ad oggi a salvare oltre 1 milione di pasti. Un’unica applicazione in grado di aiutare economicamente le piccole realtà commerciali, soddisfare il cliente offrendogli un’ampia scelta di prodotto ad un prezzo ridotto ed allo stesso tempo aiutare il mondo nella lotta contro lo spreco. Ciascuno di noi, grazie all’idea di uno ed al lavoro quotidiano di molti, può davvero nel suo piccolo cambiare le cose. E tu cosa stai aspettando? Hai già scaricato l’app ed ordinato la tua Magic box?

STAIY

Sono davvero molte le realtà che oggi tentano di emergere nel mondo della moda. In un panorama così variegato e competitivo, come conquistare una buona posizione sul mercato? Il mondo del fast fashion sembra oggi riuscire ad avere la meglio sul consumatore, offrendogli prodotti di bassa qualità, venduti a prezzi ridotti. Ciò avviene a spesa di lavoratori sempre più sfruttati e sottopagati.

Staiy, ecommerce online di moda sostenibile, nasce con la volontà di restituire al consumatore la moda di un tempo, quella antecedente ad un un periodo di ormai eccessiva industrializzazione. I brand, inseriti nella piattaforma, offrono capi di qualità, appartenenti a quello che è uno stile senza tempo. Viene promossa l’idea di capo come bisogno primario mentre l’acquisto viene percepito come investimento futuro di lunga durata.

Il team di Staiy, guidato da Ludovico Durante, lavora ogni giorno nella selezione esclusiva di brand che rispettino 5 pilastri cardine di etica, estetica e sostenibilità al fine di offrire al cliente un prodotto certificato nella sua qualità ed in linea alle tendenze attuali.

MA CHE COSA ACCOMUNA L’ESPERIENZA ED IL DURO LAVORO DI QUESTE EMERGENTI STARTUP?

Ciascuno dei tre ospiti ha descritto il proprio team come una vera e propria famiglia. Un gruppo di persone, dalle capacità tra di loro complementari, unite da un unico obiettivo, quello di migliorare se stessi e far crescere la propria realtà.  Ascoltarsi, aiutarsi e collaborare, senza mai dimenticare di essere prima di tutto persone e poi colleghi. Dalle parole dei 3 protagonisti è emersa l’importanza di un semplice “Come stai?” oppure “Hai bisogno di qualcosa?” Un paio di nuove sottoscrizioni non avranno mai lo stesso valore di un team unito e stabile che lavora bene insieme. Innumerevoli possono essere le ragioni di conflitto, dovute ad esempio a pareri contrastanti. Un feedback negativo se proposto nella giusta maniera può avere un notevole impatto sull’intero andamento della società, motivando ciascuno a migliorare se stesso ed il proprio lavoro. Se l’idea immaginiamo possa nascere dalla mente di uno, è solo l’unione e la forza di un team ad essere in grado di trasformarla in un qualcosa di concreto. Sono le competenze, le opinioni, ed il duro lavoro di una squadra a costruire da un semplice granello di sabbia un immenso castello. Da qui la necessità di frequenti riunioni per un continuo aggiornamento sui lavori in corso e per riuscire od almeno tentare di prevedere il verificarsi di eventuali situazioni problematiche ancor prima che realmente si manifestino.

Conoscere il proprio team appare quindi di vitale importanza, almeno quanto imparare a conoscere il proprio cliente. Prima di intraprendere un qualsiasi percorso è necessario effettuare un’attenta analisi del mercato di riferimento, con l’obiettivo di avvicinarsi al proprio target e soddisfarlo nella maniera migliore possibile. Questa analisi potrà essere realizzata mediante interviste, questionari, forum. Ciascuno degli intervistati, manifesterà nella maggioranza dei casi tendenze e valori differenti, presentando la sua visione di “mondo ideale”. Se lo startupper sarà in grado di rispondere positivamente ad alcuni quesiti quali,

E’ il momento giusto?

Sono nel luogo giusto?

Il mondo è pronto ad accogliere la mia idea?

Allora sarà giunto per lui il momento di mettersi in gioco.

“Sono le persone che nessuno immagina possano fare grandi cose, quelle che fanno cose che nessuno può immaginare” (Alan Turing).

Quest’ultima frase per ricordarti l’importanza di non sottovalutarti mai, di credere sempre in ciò che fai e nelle tue idee. Ciascuno di noi potrebbe essere il prossimo Loris Gay, Mirco o Ludovico Durante. Basta crederci, fallo sempre!

Ludovica Manitta